Regione Lombardia

Inserimenti in servizi semi-residenziali per disabili

Ultima modifica 30 luglio 2019

Presentazione dei servizi

I Centri mirano al mantenimento dei livelli di autonomia acquisiti dai frequentanti tramite la proposta costante di attività di socializzazione.

Desio ha sul proprio territorio un Centro Diurno Disabili (CDD) gestito in collaborazione con il Consorzio Desio Brianza.

La rete di offerta semi-residenziale del sistema sociosanitario include, oltre al Centro Diurno Disabili (CDD), anche il Centro Socio Educativo (CSE).

Il CDD è un servizio ad integrazione socio sanitaria ed offre livelli di assistenza differenziata in base alla gravità della disabilità.

 Il CSE offre interventi socio-educativo o socio animativi, finalizzati:

  • all'autonomia personale
  • alla socializzazione
  • propedeutici all'inserimento nel mercato del lavoro

A chi è offerto

A persone disabili con compromissione dell’autonomia delle funzioni elementari.

Dove rivolgersi 

(previo appuntamento)
Assistente Sociale Tiziana Scalia - tel: 0362392330
Ufficio Servizi Sociali

Come e quando è possibile richiedere il servizio

Il Servizio può essere richiesto dalla famiglia dell’interessato all’Assistente Sociale referente previo appuntamento.
L’Assistente sociale referente per l'area della disabilità, in base alle informazioni raccolte elabora una proposta di inserimento che verrà valutata da apposita commissione.

Quanto costa

Dal 1° gennaio 2019 sono entrati in vigore nuovi criteri di calcolo delle tariffe dei servizi pubblici a domanda individuale e delle compartecipazioni ai servizi sociali (Delibera di Giunta Comunale n.253 del 13/12/2018),

La quota di compartecipazione mensile al costo del servizio del CDD e del CSE viene determinata moltiplicando il numero dei giorni del mese di riferimento per la tariffa personalizzata, che include il costo delle prestazioni strumentali ed accessorie,  espressa su base giornaliera.

La quota del CSE viene abbattuta del 40% in caso di frequenza part time.

Il costo orario  è definito in base all'Indicatore della Situazione Economica Equivalente (socio-sanitario (di cui all'art. 6 del DPCM 5/12/2013 n. 159), l'attestazione può riferirsi al solo "nucleo ristretto" del beneficiario). 

La certificazione ISEE  viene rilasciata da un Centro di Assistenza Fiscale (CAF).

La certificazione ISEE dovrà essere resa all'Assistente sociale  per la valutazione economico/sociale.